× Close

Tutto quello che devi sapere per diventare un au pair in Italia

Date: 01/08/2022
Author: Nanny Nina
About the Author: Hi! This has been published by one of our content queens. Do you have any questions or remarks about the blog? Please let us know!

Vuoi diventare un au pair in Italia – Quali sono i requisiti? In cosa consiste il processo? Di quali documenti hai bisogno e cosa farai esattamente come au pair? In breve, come si diventa au pair in Italia?

Requisiti

Bella Italia! Chi non vorrebbe diventare una persona alla pari in Italia? Quando soggiorni con una famiglia ospitante italiana come au pair, ti sentirai parte della famiglia in pochissimo tempo!

Naturalmente, ci sono condizioni importanti che devi soddisfare come au pair. Di seguito abbiamo elencato le più importanti.

Condizioni per iniziare a lavorare come au pair in Italia: 

  • Hai tra i 17 e i 30 anni;
  • Hai una nazionalità diversa da quella italiana;
  • Non sei sposato e non hai figli;
  • Hai abbastanza soldi per pagare il tuo viaggio;
  • Hai una conoscenza di base della lingua italiana.

Processo per diventare un au pair in Italia

Per entrare in Italia è importante avere un documento d’identità o un passaporto valido. Inoltre, è importante che la famiglia ospitante presenti una Dichiarazione di Ospitalità (dichiarazione di accettazione) entro 48 ore dall’arrivo dell’au pair.

If you want to stay in Italy for longer than 3 months, you must register with the residence register of the place of the residence of the host family. This requires valid health insurance and sufficient financial resources to support the family. A certificate with name and address is then issued directly by the resident’s registration office.

Se vuoi rimanere in Italia per più di 3 mesi devi iscriverti all’ufficio anagrafico con la residenza della famiglia ospitante. Ciò richiede un’assicurazione sanitaria valida e risorse finanziarie sufficienti per sostenere la famiglia. L’ufficio anagrafico rilascia poi un certificato con nome e indirizzo.

Il prossimo passo è richiedere un codice fiscale. Il codice fiscale in Italia è una combinazione di lettere e numeri che indica i dati più importanti del cittadino. Se vuoi rimanere in Italia per più di 3 mesi come au pair, devi presentare domanda all’Agenzia delle Entrate.

Per questo, è necessario il tuo documento d’identità (e una fotocopia di questo) e il certificato di registrazione. Il giorno dopo riceverai per posta il codice fiscale e la tessera sanitaria.

If you are staying in Italy for more than 3 months, it is important that you register with the national health service, also known as the SSN: Servizio Sanitario Nazionale. For this, you go to the local health authority of the host family. Do not forget to bring an ID or passport, the registration certificate (iscrizione anagrafica) or certification of the current address in Italy (autocertificazione) and the identification number (codice fiscal).

Se rimani in Italia per più di 3 mesi, è importante iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale, noto anche come SSN: Servizio Sanitario Nazionale. Per iscriverti, vai all’Azienda Sanitaria Locale (ASL) dove risiede la tua famiglia ospitante. Non dimenticare di portare un documento d’identità o passaporto, il certificato di iscrizione anagrafica o il certificazione dell’indirizzo attuale in Italia (autocertificazione) e il tuo codice fiscale.

Ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina informativa del Ministero degli Affari Esteri italiano.

look for au pair jobs in italy so you can enjoy beautiful beaches like this one in capri

Contratto

L’au pair e la famiglia ospitante dovrebbero discutere le reciproche aspettative prima dell’arrivo. Questi accordi devono poi essere trascritti in un contratto. In Italia non esiste un contratto au pair standard ufficiale. Tuttavia, il contratto europeo può essere scaricato e adattato alle proprie esigenze e a quelle della famiglia ospitante.

Discuti attentamente le tue aspettative con la tua famiglia ospitante e indicalo nel contratto. In questo modo eviti delusioni.

L’au pair è il principale responsabile della cura dei figli della famiglia ospitante. Inoltre, l’au pair può svolgere piccole faccende domestici come passare l’aspirapolvere, caricare la lavastoviglie e fare il bucato. Tali accordi possono essere trascritti nel contratto au pair.

Come persona alla pari, devi avere tempo libero sufficiente e l’opportunità di seguire un corso di lingua. Il corso deve essere pagato dall’au pair stessa. La persona alla pari vive nella casa della famiglia ospitante e riceve vitto e alloggio gratuiti. Non ci sono regole ufficiali per quanto riguarda la paghetta per un au pair in Italia. Consigliamo alle famiglie ospitanti di pagare l’au pair tra € 250 e € 300 al mese.

In Italia è possibile discutere con la famiglia per quante ore lavorerai alla settimana. Come regola generale, l’au pair non può lavorare più di 30 ore settimanali. Queste 30 ore devono essere distribuite su un massimo di 6 giorni a settimana e le giornate non possono superare le 5 ore al giorno di lavoro, compreso il servizio di babysitter.

Il periodo di preavviso legale per un contratto au pair è di 14 giorni. Se circostanze gravi lo richiedono, il contratto può anche essere risolto immediatamente.

Giorni liberi

Un au pair ha diritto ad almeno 1 giorno di riposo a settimana. Almeno una volta al mese, questo giorno libero dovrebbe essere una domenica. Non ci sono regole ufficiali per quanto riguarda le vacanze per un au pair in Italia. Ne discuterai con la famiglia ospitante. Quando l’au pair rimane per più di 6 mesi, di solito ha diritto a 2 settimane di vacanza.

find au pair in france such as this lovely lady standing on the beach in spain or find au pair in Italy

Assicurazione Au pair

Un au pair che proviene dall’Unione Europea e soggiorna in Italia per non più di 3 mesi viene generalmente coperto dall’assicurazione sanitaria del loro paese di origine, noi consigliamo comunque di verificarlo con la propria assicurazione sanitaria prima della partenza. In questo modo avrai consigli dettagliati sull’accesso ai servizi sanitari in Italia.

È importante che l’au pair porti con sé la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) o la richieda prima della partenza se non la possiede già. L’au pair deve tenere presente che dopo aver ricevuto cure mediche dovrà pagare una quota di co-pagamento, nota in Italia anche come “ticket“.

Un au pair che è cittadino dell’UE e intende rimanere in Italia per più di 3 mesi dovrebbe verificare le loro opzioni per accedere all’assistenza sanitaria in Italia. Oppure scoprire se è possibile iscriversi al SSN – Servizio Sanitario Nazionale.

Per iscriversi al SSN, l’au pair deve essere registrato presso il comune italiano di riferimento ed essere munito di codice fiscale.

Inoltre, la famiglia ospitante deve pagare la quota di registrazione standard per conto dell’au pair.

Sei pronto per una nuova sfida?

Ora sai quali sono i requisiti e in cosa consiste il processo per diventare un au pair in Italia. Tutto ciò a cui devi pensare ora è l’avventura che ti aspetta all’estero!

Curioso sugli altri paesi? Stiamo anche cercando persone alla pari che vogliono andare nei Paesi Bassi, in Belgio, Spagna, Svizzera, Francia o Irlanda!

find au pair jobs in italy so you can drive around on a vespa like the girl in this picture